CRE Company

Diagnosi termografica della salute dell'impianto fotovoltaico


L'analisi termografica per mezzo della termocamera ad infrarossi, permette all'operatore di rilevare rapidamente punti caldi sul pannello fotovoltaico, indice di mal funzionamento delle celle fotovoltaiche al suo interno; ciò può dipendere da varie cause, come ad esempio celle o connessione tra le celle difettose, diodi di protezione difettosi o rotti.
Tramite la termocamera inoltre è possibile valutare la perdita di efficienza dei pannelli, verificare la tenuta ermetica dei pannelli, difetti di produzione, danni da trasporto (ad es. rottura di celle), difetti di installazione come ad esempio ombreggiamento parziale delle celle, usura per esercizio, controllo dei dispositivi di isolamento, controllo dell'allentamento dei cablaggi, controllo dei quadri di bassa e media tensione.

 

Come possiamo vedere dalla fotografia sopra, in un caso reale, dall'analisi termografica risulta evidente la presenza di alcune celle bruciate nel pannello.
Con questa analisi si è potuto individuare i pannelli che discriminano la produzione anche in una installazione a tetto dove l'accessibilità è molto limitata. La sostituzione da parte della casa produttrice ha permesso di riqualificare l'impianto alle prestazioni nominali di progetto.
L'applicazione di particolari prodotti a base vinilica e poliuretanica hanno permesso di impermeabilizzare i pannelli e garantire un corretto e duraturo funzionamento negli anni.

Tra i servizi offerti da CRE, c'è anche il servizio avanzato di controllo termografico delle celle, dei moduli fotovoltaici e dei componenti elettrici. Tale servizio consta nell'utilizzo di una termocamera per individuare i punti “caldi” dei moduli e dei “cablaggi”, al fine di individuare le zone dove vi sia un aumento anomalo di temperatura a causa di dispersioni per effetto Joule. La termocamera consente di individuare questi punti poiché è uno strumento in grado di rilevare la temperatura superficiale dei materiali, inquadrati a distanza, tramite una “fotografia” termografica la cui scala cromatica corrisponde alla scala termica superficiale dei materiali stessi.
Tipici casi in cui risulta fondamentale l’utilizzo di tecniche termografiche sono le situazioni in cui si ha un deterioramento di alcune celle dei moduli. Infatti la presenza di singole celle malfunzionanti genera una diminuzione, anche notevole, della produzione di energia di tutta la stringa associata al modulo “difettoso”, il cui fenomeno genera un innalzamento anomalo della temperatura della cella inquisita, rilevabile tramite un’accurata e professionale analisi termografica.
Se vuoi controllare lo stato del tuo impianto contattaci.